[Guida] Utilizzo di varianti e complementari nell'allenamento


Davide Monachino
Messaggi: 408
Iscritto il: sab nov 23, 2019 6:49 pm

Re: [Guida] Utilizzo di varianti e complementari nell'allenamento

Messaggio da Davide Monachino » gio feb 20, 2020 10:50 pm

Ciao Luca, mi puoi chiarire questo concetto?
.COMPLEMENTARI RIEQUILIBRANTI - Sono quegli esercizi a lavoro unilaterale (un arto alla volta piuttosto che l'utilizzo dei manubri o altro strumento che consente il lavoro da ambo le parti, ma ognuna per se e Dio per tutte) che hanno come scopo quello di riequilibrare (appunto) la struttura messa sotto stress dalle alzate.
Che vuol dire 'riequilibrare la struttura messa sotto stress dalle alzate'?

Avatar utente
Luca Ruggiero
Messaggi: 4043
Iscritto il: gio apr 18, 2019 8:03 pm
Località: Napoli

Re: [Guida] Utilizzo di varianti e complementari nell'allenamento

Messaggio da Luca Ruggiero » ven feb 21, 2020 9:02 am

Ciao Davide, ad esempio, squat: spingi con due gambe ed è normale che, sia pur impercettibilmente, un arto potrebbe spingere leggermente di più rispetto all'altro. Fare squat bulgaro o affondi torna utile a far si che ogni arto spinga ognuno per sé e Dio per tutti, per cui la struttura messa sotto stress (in questo caso il bacino), si riequilibra.

E non solo la struttura, anche i muscoli, lì dove (sempre nel caso dello squat) l'arto che spinge meno rischia di restare meno forte dell'altro.

Parlo sempre di differenze impercettibili... ma sono tali fino al 70-80%, ma andando su coi carichi i problemi iniziano a sentirsi.

Infatti, generalmente, i complementari riequilibranti si usano più in intensiva che in estensiva.

Davide Monachino
Messaggi: 408
Iscritto il: sab nov 23, 2019 6:49 pm

Re: [Guida] Utilizzo di varianti e complementari nell'allenamento

Messaggio da Davide Monachino » ven feb 21, 2020 9:26 am

Ciao Davide, ad esempio, squat: spingi con due gambe ed è normale che, sia pur impercettibilmente, un arto potrebbe spingere leggermente di più rispetto all'altro. Fare squat bulgaro o affondi torna utile a far si che ogni arto spinga ognuno per sé e Dio per tutti, per cui la struttura messa sotto stress (in questo caso il bacino), si riequilibra.
Grande Luca, tutto chiaro! :D

Avatar utente
Luca Ruggiero
Messaggi: 4043
Iscritto il: gio apr 18, 2019 8:03 pm
Località: Napoli

Re: [Guida] Utilizzo di varianti e complementari nell'allenamento

Messaggio da Luca Ruggiero » ven feb 21, 2020 10:04 am

:)

Lieto, a disposizione per altri chiarimenti su questo o altri articoli!

Intanto inizio a pensare a domande con cui romperti le scatole sul cali :D

Davide Monachino
Messaggi: 408
Iscritto il: sab nov 23, 2019 6:49 pm

Re: [Guida] Utilizzo di varianti e complementari nell'allenamento

Messaggio da Davide Monachino » ven feb 21, 2020 11:36 am

. Intanto inizio a pensare a domande con cui romperti le scatole sul cali :D
:lol: :lol: :lol: im ready

Avatar utente
Luca Ruggiero
Messaggi: 4043
Iscritto il: gio apr 18, 2019 8:03 pm
Località: Napoli

Re: [Guida] Utilizzo di varianti e complementari nell'allenamento

Messaggio da Luca Ruggiero » ven feb 21, 2020 12:37 pm

Davide Monachino ha scritto:
ven feb 21, 2020 11:36 am
. Intanto inizio a pensare a domande con cui romperti le scatole sul cali :D
:lol: :lol: :lol: im ready
Ottimo, detto-fatto, ecco qui :D

Rispondi